Alessandra ArtifoniSi è diplomata col massimo dei voti in Organo con Mariella Mochi, poi in clavicembalo “con Lode” nella classe di Annaberta Conti a Bologna. Ha studiato in seguito con Alfonso Fedi presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Si è trasferita in Svizzera per perfezionare gli studi di Basso continuo e direzione barocca alla Schola Cantorum di Basilea con J. B. Christensen. Sono numerosi i corsi di perfezionamento e le masterclasses frequentate con le personalità di spicco della Musica Antica: L. F. Tagliavini, H. Vogel, M. Radulescu per l’organo; G. Leonhardt, A. Staier, C. Rousset per il clavicembalo.

Ha svolto attività concertistica, in veste di solista, al clavicembalo, all’organo e come continuista, in Europa e in America Latina con collaborazioni con realtà musicali quali Il Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Regionale della Toscana, L’Homme Armé, i solisti dell’As. Li. Co. di Milano, Le Parlement de Musique, L’Orchestra Nazionale di Strasburgo, L’Opera du Rhin, Les Arts Florissants, l’Orchestra Filarmonica di Mulhouse, Modo Antiquo, AuserMusici.

Ha all’attivo numerose collaborazioni con AuserMusici, diretti da Carlo Ipata, con ripresa in epoca moderna e registrazione di repertorio operistico barocco Toscano inedito: “Le Disgrazie d’Amore” di M.A. Cesti (Teatro Verdi di Pisa – incisione per Hyperion 2010), “Bajazet” di F. Gasparini (Festival Opera Barga – incisione per Glossa 2015), “Catone” pasticcio di G.F. Haendel (Teatro Verdi Pisa 2015 e Haendel Festspiel 2016 inciso per Glossa), “Arie scelte” di F. Gasparini (Festival Toscano di Musica Antica – Pisa, Early Music Festival – Utrecht, incisione per Glossa 2016) con Roberta Invernizzi soprano, Didone Abbandonata di L. Vinci con R. Mameli, R. Pe, C. Alemanno, G. Costa (OF Firenze stagione 2016-17).

Si è esibita, in seno ad ensembles e come solista, in prestigiosi Festivals internazionali quali il Festival d’Ambronay, gli Amici della Musica di Roma (concerto premio vincitori Concorso clavicembalistico Città di Pesaro), Cantiere di Montepulciano, Les Promenades musicales du Pays d’Auge, Settimana di musica sacra nel Mondo-Firenze, Sagra Musicale Umbra, I concerti della Normale di Pisa, Festival Paisiello di Taranto, Festival Opera Barga, Festival Toscano di Musica Antica, Festival Monteverdi di Cremona, Haendel Festspiele Halle, Festival Oude Muziek Utrecht.

Collabora con solisti e direttori di chiara fama come Roberta Invernizzi, Sonia Prina, Filippo Mineccia, Riccardo Novaro, Ewa Gubanska, Lucia Cirillo, Roberta Mameli, Kristina Hammarstrom, Raffaele Pé, Antonio Giovannini ed Andrew Parrot, Joshua Rifkin, Martin Gester, Sebastian Marq, Raymon Leppard, Piero Bellugi, F.M. Sardelli. Invitata a “Mondo Musica”, nell’ambito di Cremona Fiere, come relatrice al simposio sulle tastiere storiche, e dall’Accademia di Belle Arti di Firenze per contributi alla mostra “Meraviglie sonore”.

Ha inciso per le case discografiche Hyperion, Dynamic, Glossa e dirette radiofoniche per RAI 3 (I concerti da Palazzo Venezia), Radio Cultura Huesca Spagna, Radio France, Radio Freibourg Svizzera, (concerti per A.D.M.A Freibourg), Haendel Festspiele. Dopo il grande successo di critica del doppio CD dedicato alle Suites Francesi di J.S. Bach, uscito nel 2013 per l’etichetta Dynamic, è prossima l’uscita del doppio CD dedicato alle Suites Inglesi (sempre per l’ etichetta Dynamic).

Ha insegnato in Francia al conservatorio regionale di S. Louis organo e clavicembalo. È stata organista titolare della Chiesa riformata di Münchenstein a Basilea. Attualmente Alessandra Artifoni è docente di clavicembalo e musica d’insieme con strumenti antichi presso la Scuola di Musica di Sesto Fiorentino e tiene il corso di Accordature e Temperamenti storici presso i Conservatori B. Maderna di Cesena e L. Cherubini di Firenze.